SEO-SELLING – Scrivere per vendere o scrivere per Google??

Presentazione-standard1Uno dei maggiori motivi per cui maggior parte dei blogger non fanno abbastanza soldi o vendite, anche se ottengono un massiccio traffico verso i loro siti è perché mancano di pubblico fidelizzato.

Se si scrive pensando solo di ottimizzare i propri post per Google, si otterrà sicuramente più traffico proveniente dai motori di ricerca, tuttavia spesso non si riuscirà a catturare lettori fedeli infarcendo gli articoli di parole chiave (a volte addirittura ridondanti)!

Quindi assicurati sempre di invogliare il pubblico del tuo blog con il tuo personale stile di scrittura.

Avere traffico dai motori di ricerca è una grandissima risorsa e può portare veramente moltissimi vantaggi in termini di vendite e reputazione.

Tuttavia non puoi pensare di scrivere un post di utilità badando solo a come potrebbe venire indicizzato se inserissi parole chiave in modo incontrollato, o ottemperassi alla lettera a tutti i suggerimenti che ti danno i vari “Guru”…la verità sta nel mezzo!!

Ecco alcune dritte efficaci..

Il titolo del tuo post è il testo di ancoraggio che tira i visitatori dalle SERP al tuo Blog.

Assicurarsi di aggiungerci parole chiave strategiche, preferibilmente queste parole chiave devono anche essere contenute nel testo del post stesso (coerenza) ma non ridondanti e monotone..tu scrivi per informare e non per stancare o ripeterti!

Includi le parole chiave più “mirate” rispetto alla keyword principale, possibil11mente con tag <h1> o <h2> ma che abbiano un nesso logico con eventuali ricerche che ed associazioni.

Ora che si dispone già di contenuti, vorrei suggerirti di aggiungere le parole chiave in un modo che non farcisce il testo, ma le sfrutta ugualmente.

Anche in questo caso, prova ad utilizzare diverse parole chiave correlate al contenuto del post che hanno simile valore di ricerca. Ti aiuterà molto per ottenere un buon posizionamento nelle SERP .

I motori di ricerca sono molto sofisticati e sanno valutare un testo di qualità da un testo creato ad hoc per scalare le SERP, e nel medio/lungo periodo il secondo rispetto al primo verrà penalizzato!

Suggerimenti strategici:

    • La medesima parola chiave può essere ripetuta al massimo nel 2/4% del testo.
    • Per un migliore posizionamento sui motori di ricerca, inserire la parola chiave principale entro le prime 100 parole e ripetere la stessa nella conclusione.
  • Per le immagini, provare a utilizzare i tag alt che sono una fonte per i motori di ricerca per  sapere di cosa la vostra immagine parla.
    Alt tag possono aumentare sensibilmente il vostro ranking e traffico organico attraverso la funzionalità di ricerca di immagini dei motori di ricerca. Inoltre, prova a ottimizzare il nome dell’immagine con qualcosa legato al messaggio piuttosto che un image0001 casuale, che non significa nulla!!

Ma ora passiamo alla scrittura per catturare il lettore!!

Lascia che bramino per i nuovi post, perchè DEVI comunicare novità, utilità, scrivere per i tuoi lettori.

Devi fare in modo che lascino più commenti o domande possibile sul tuo blog, attraverso plugin di Facebook, oppure dei semplici commenti, ogni volta che si pubblica qualcosa di nuovo.
Genera discussioni, condividendo nei gruppi il tuo post, seguito da una domanda aperta.
Lascia che condividano in tutti i siti di social media solo grazie al tuo stile di scrittura o in base all’utilità/qualità del contenuto.

Più i tuoi lettori percepiranno VALORE, migliori risultati si ottengono in termini di aumento delle vendite e dei ricavi, te lo assicuro!!

Non sto dicendo che non si dovrebbe ottimizzare il suo contenuto per Google a tutti, ma fare in modo di dare maggiore priorità al tuo pubblico prima.

Voglio farti un esempio: 
Io su un altro blog, recensisco dei libri in affiliazione con Amazon.
Questo lavoro lo faccio da parecchi anni e sono arrivato ad ottenere dei buoni guadagni.
Ma la cosa importante è che i miei lettori e chi mi segue, mi hanno iniziato a percepire come AUTOREVOLE, per cui addirittura se posto una foto sul mio account Facebook, dopo pochi minuti, le persone iniziano a chiedermi in PVT informazioni sul libro, e lo stesso se faccio un post parlando del libro appena letto.

Ti assicuro che OGNI libro recensito da me viene letto: io devo consigliare qualcosa che realmente mi è piaciuto o l’ho ritenuto utile, altrimenti sarebbero chiacchere.

Per il posizionamento nei motori, mi attengo al titolo del libro, l’Autore e qualche keyword inerente al tema del libro, per il resto cerco di scrivere per chi legge, e, udite udite: spesso il 40% del traffico arriva proprio dai Motori di Ricerca (oltre un 23% da parte dei Social ed un 37% da parte delle mie liste taghetizzate)

 

Potresti legger Anche....  Genera conversioni utilizzando l'attenzione

Io comunque ritengo, forse errando, che tu lo sappia o no, i social media sono la nuova SEO.728px-Write-and-Pitch-an-Idea-for-a-TV-Show-Step-1-Version-3

Ho avuto modo di sentire un milione di volte che Google+ è morto o è inutile, ma ti assicuro che ogni post che condivido, corredato di titolo accattivante e tre righe di scritto mirate a far cliccare quel post (con immagine) mi portano moltissimo traffico da parte delle mie cerchie, inoltre il post, si indicizza su Google, oltre al post stesso e tutti coloro che ne parlano o lo citano…

Siti di social media come Facebook, Twitter, Google+, ecc possono aiutare in 3 modi incredibili.

  1. Essi aiutano a incrementare rapidamente il traffico del blog. Creare titoli virali. Portare sempre del traffico immediato verso il tuo blog.
  2. Utilizzare i siti di social media per costruire connessioni con gli infuencers (io spesso utilizzo la tattica del ringraziamento: quando scrivo un post dove vi è un’idea che mi ha fatto riflettere, scritta magari da un influencer… lo taggo ringraziandolo).
  3. È possibile costruire la proprio tribù utilizzando le pagine fan di Facebook, i gruppi o le chat di Twitter.

Il messaggio che ti voglio lanciare non è quello di spendere tutto il tuo tempo su tutti i siti di social media in una sola volta.

Non far crescere la tua presenza attraverso Twitter, Google+, Instagram o Facebook tutta in una volta. Non si può mai mettere a fuoco il 100% della nostra energia o il nostro tempo se lo facciamo instancabilmente in una volta, ci vuole costanza.

Il modo migliore per costruire il pubblico attraverso queste piattaforme è quello di conquistare una persona dopo l’altra, un like alla volta, una condivisione alla volta o un post su un gruppo alla volta, misurando i tempi di reazione e soprattutto le reazioni!!

Potresti legger Anche....  Come si Fidelizza un cliente e perchè è importantissimo per te

Una volta che si avvieranno sempre più commenti e condivisioni sui tuoi post di Facebook, passare a Twitter e connettersi con gli iinfuencers (C’è anche gente che retwitta su FB dei Tweet di personaggi…vedi? Non c’è limite!!). Una volta che si conquista Twitter, si può passare ad un altro. Ho reso l’idea??

Vuoi sfruttare la potenza di Google Plus per il tuo Blog?

# 1. Creare post accattivanti CHE coinvolgono il pubblico e diretti  al vostro BLOG

Google Plus è una delle poche reti sociali che consente di personalizzare il tuo messaggio, renderlo più attraente e, quindi, migliorare la leggibilità.
Con i messaggi formattati, gli utenti possono vedere chiaramente ciò che li invoglia, puoi focalizzarti nell’attirare l’attenzione (ed il click) puoi pubblicare delle foto anche con dimensioni maggiori rispetto a FB.

Google Plus consente di grassetto il testo  per rendere i tuoi post accattivanti. È inoltre possibile utilizzare il corsivo, elenchi barratura, numerati, elenchi puntati o qualsiasi combinazione di questi stili per rendere il tuo aggiornamento un filo di conduzione vesro il tuo blog.

# 2. Aumentare la visibilità e durata del vostro Post G+

Hashtags-Benefits-on-Google-PlusPotresti aver scritto il post migliore del feed   e le immagini ottimamente progettate, ma se nessuno lo vede, FALLIRAI!!.

Utilizzando hashtag in qualsiasi social network si aumenta strategicamente  la durata e la portata degli aggiornamenti.

Allo stesso modo, è possibile utilizzare hashtags rilevanti in Google Plus per aumentare la portata dei tuoi post e quindi più traffico.

Se non si ha alcuna idea di ciò che hashtag da utilizzare, è possibile iniziare a digitare e Google Plus AutoSuggest si quelli rilevanti. Google Plus anche mantiene automaticamente fino a 3 hashtag se non si dispone di alcuna.

# 3. AUMENTA il TUO impegno su Google Plus

Google Plus è un ottimo modo per entrare in contatto con persone e aziende affini.
I marchi utilizzano Google Plus per interagire con i loro fan e consumatori.

Ad esempio se ricevo una mail da parte di un’azienda, su Gmail, la inserisco immediatamente in una cerchia.
Io creo cerchie traghetizzando ogni mio interlocutore in modo da poter copndividere con lui eventuali post e contenuti…è utilissimo e porta traffico garantito!!

Prova interagire con le persone e rendere i tuoi messaggi convincenti in modo che anche gli stranieri potranno dare un’occhiata al tuo post: di recente ho scoperto che questo blog viene letto e commentato moltissimo anche da stranieri, addirittura Americani ed Inglesi!!.

Eccoti  alcune strategie, che con il tempo ho scoperto, testato e utilizzato con profitto!!

A) Portare varietà ai tuoi post:

Google Plus ti offre una vasta gamma di formattazioni e strumenti per far emergere il contenuto e attrarre i lettori fuori dei tuoi post.
È possibile inviare aggiornamenti di testo, video, sondaggi condotta, includere musica autentica via Soundcloud e anche le versioni “mini-post”  del tuo blog direttamente.

Variare inviando citazioni, gif animate e fare domande aperte ai lettori domande a volte porta risultati sconcertanti!! Al massimo ti leggono il post e ti rispondono nei commenti!!

b) Il posto giusto al momento giusto per ottenere la massima attenzione:

Il tempismo è molto essenziale in qualsiasi piattaforma di social media.
Per ottenere il massimo impegno, è necessario inviare gli aggiornamenti in un momento in cui la maggior parte dei fan sono in linea.
Se non si riesce, i tuoi post saranno sepolti sotto contenuti freschi quando sono in linea la prossima volta.

Google Plus non consente la programmazione di profili ancora, ma è possibile farlo con le pagine aziendali. O alcuni hack utilizzando IFTTT.

Il momento di picco per la pubblicazione/condivisione su G+ è compreso tra 09:00-11:00 e il momento peggiore (quando si ha interazione zero) è 06:00-08:00.

Periodi migliori per post su Google Plus

È anche possibile scegliere il proprio tempo, analizzando le interazioni e pubblicare utilizzando uno strumento specifico per temporizzare i post (Timing+)

Timing + consente di vedere per se stessi e trovare il momento in cui i tuoi messaggi ottenere una maggiore interazione. Allora non resta che programmare i tuoi contenuti su quel tempo 🙂

funnel-aVuoi un camion carico di traffico subito dopo pubblicare la tua prossima Google plus aggiornare?

Iscriviti alla lista qui sotto e riceverai periodicamente Contenuti di prima qualità e Funnel da utilizzare per le tue strategie!!

 

 

 

Andrea Tamburelli
CEO at | | + posts

Laureato in informatica, con un master in comunicazione digitale e web marketing ed una specializzazione triennale in Consulenza Retailing.
Specializzato in strategie di vendita e Network Makreting, consulente per numerose startup di successo, contributor per diversi autori d'oltreoceano, per reports, white papers e blogposts.
Dal 2010 Titolare di Like-MLM Strategies, l'unica azienda in Italia con la caratteristica di fornire ad aziende di network marketing o reti di vendita, assistenza software, consulenza startup e fornitura strumenti e strategie di vendita e gestione.
Detentore del brevetto di Like-MLM Diamond, un software con algoritmi speciali per il conteggio ed analisi dei piani compensi per il network marketing.
Fornisce piattaforme e strategie innovative di vendite focalizzate sulla fusione dell'online e della vendita tradizionale.

Commenti

Commenti

Lascia un commento