GUEST POST – Tutti i segreti per diventare wedding planner

Come si diventa wedding planner?

Bisogna partire col presupposto che per diventare un wedding planner non è necessario avere una laurea particolare, od essere iscritti ad albi professionali.

E’ sufficiente avere una partita partita IVA per iniziare ad operare.

Tuttavia si rivela spesso molto utile seguire uno o più corsi di wedding planning.

Certo avere una laurea in Marketing o in Pubbliche Relazioni o in Scienza delle Comunicazioni può far sicuramente comodo, sia per le nozioni apprese, sia per come ci si presenta al cliente, ma la cosa più importante è fare esperienza: magari lavorando in una società che si occupa di wedding planning, oppure lavorando in una azienda di catering.

Come farsi conoscere una volta iniziata l’attività?

Per farsi conoscere sono diventati fondamentali i siti internet, utilissimi per promuovere la propria attività.
E’ utile farsi conoscere attraverso presentazioni di foto o video, oppure tramite un elenco dei servizi proposti che possono catturare l’attenzione di potenziali clienti.
Due altri strumenti che servono a pubblicizzare l’attività sulla rete sono Google AdWords e Facebook Ads, attraverso i quali si possono promuovere delle pagine internet, utilizzando delle campagne mirate a determinate fasce della popolazione in determinate zone del Paese.
In questo modo spendendo cifre irrisorie si possono raggiungere un numero decisamente elevato di poteziali clienti.

Come iniziare?
Ecco gli strumenti:

  1. Un sito web o una pagina (landing page) che esponga i tuoi servizi, eventuali foto di servizi riusciti, che ti presenti con un linguaggio che faccia presa su chi ti cerca
  2. Video che presentino con classe la tua attività (la gente spesso odia leggere dallo schermo ed il video è ideale)
  3. Targetizzare la tua audience (i potenziali clienti) tramite Google Adwords (per apparire sulle ricerche di Google) oppure per apparire su Facebook, uno strumento molto interessante è Facebook Ads (richiedono un investimento non esagerato a seconda dei cliecks ricevuti), inoltre gli annunci porteranno  il visitatore interessato al tuo sito/landing page: cerca di fare in modo di convertirlo o perlomeno che compili un form di richiesta informazioni
  4. Un autoresponder per salvare tutti i potenziali clienti che ti chiedono informazioni, per poi creare una strategia di comunicazione via mail che li porta ad avere maggiori info e magari decidere!

Un elemento che può fare la differenza è il listino prezzi del wedding planner.

Infatti un wedding planner, soprattutto se alle prime armi, deve poter praticare prezzi altamente competitivi per attrarre più clienti possibili, facendo attenzione ai costi.

Potresti legger Anche....  E-Commerce & Network Marketing - Pagamenti: Aumenta l'innovazione con SOFORT

Questo è possibile grazie ad una attenta gestione dei fornitori (fiorai, fotografi, ristoranti, noleggi auto per gli sposi), che rappresentano i costi più grandi per questa attività.

Quali sono le qualità principali di un wedding planner di successo?

Fondamentalmente diventare un wedding planner significa anche dare la priorità ad alcuni aspetti della propria personalità e del proprio carattere.

Infatti chi vuole intraprendere tale professione deve avere una tendenza spiccata per la flessibilità, deve dimostrarsi paziente (anche se gli sposi hanno idee particolarmente bizzarre), lavorando con metodo e dando importanza anche al più piccolo dettaglio. Inoltre il lavoro del wedding planner può dimostrarsi faticoso e comportare molte rinunce, deve essere sempre il primo ad arrivare sul luogo del matrimonio il giorno stabilito e deve essere uno degli ultimi ad andarsene, ma porta anche molte soddisfazioni.

Se il post ti è piaciuto, continua cliccando il link sottostante:

Articolo integrale: https://www.prontopro.it/blog/come-diventare-wedding-planner/

 

Scritto da Riccardo Nava – ProntoProProntoPro

Commenti

Commenti

Lascia un commento